« Torna agli articoli

DANONE NATIONS CUP: BELLA PRESTAZIONE PER L’UNDER 12

31 marzo 2014 | Maris Redaelli

Milano (30/03/14) – Ottima prestazione complessiva per l’Under 12 alla Danone Nations Cup. E’ mancata solo un po’ di fortuna per ottenere i risultati meritati sul campo e accedere alle semifinali.

Una bella giornata di sole ha accompagnato la finale regionale della manifestazione organizzata dal CSI presso il  Centro Sportivo Vismara. Presenti le prime 10 formazioni del comitato di Milano che hanno vinto il proprio campionato invernale a 7 e le prime due del campionato a 11. La PSG si è presentata ai nastri di partenza forte della  9^ posizione  ed è stata inserita nel girone A con San Giorgio Limbiate, Vittoria Junior, Virtus Milano.

VITTORIA JUNIOR – PSG BARLASSINA  1-0

Formazione PSG: Roberto Danci, Andrea Valensise, Stefano Bellani, Luca Galli, Niccolò Galuzzi, Matteo Redaelli, Filippo Cattaneo, Matteo Zacchetti, Alessandro Borghi.

L’iniziale emozione ha condizionato la prestazione della squadra nella gara d’esordio. Il Vittoria ha preso subito il comando del gioco chiudendo la PSG nella propria metà campo. La difesa ha retto con ordine la spinta avversaria. Le difficoltà sono emerse a centrocampo  dove il predominio del Vittoria è stato netto e non ha consentito a Cattaneo e Redaelli di far ripartire l’azione. Grazie ad una difesa ordinata la PSG non ha rischiato nulla concedendo solo quattro calci d’angolo agli avversari.

Partita destinata a chiudersi sullo 0-0 quando a due minuti dal termine su una potente conclusione in diagonale, Danci arretra coi piedi dietro la linea di porta tenendo le braccia estese in avanti. L’arbitro assegna la rete per il Vittoria ritenendo che la palla abbia superato la linea di porta. Decisione molto dubbia per stessa ammissione anche della panchina avversaria.

Con soli due minuti sul cronometro, la PSG cerca di recuperare attaccando a testa bassa. Proprio allo scadere, colpo di testa di Borghi che sfiora l’incrocio dei pali.

PSG BARLASSINA – VIRTUS MILANO 0-1

Formazione PSG: Flavio Yzeiri, Andrea Valensise, Stefano Bellani, Niccolò Galuzzi, Matteo Redaelli, Filippo Cattaneo, Alessandro Borghi, Oscar Catanzaro, Lionel Gallo.

Nella seconda gara, la PSG entra in campo con grande determinazione e fin dalla prima palla prede il comando del gioco. Al 2’ ottima giocata di Catanzaro che apre a sinistra per Galuzzi che conclude debolmente di sinistro. Al 5’ lancio di Redaelli per Borghi che rientra sul destro ma non riesce a concludere a rete. Al 7’ ancora Catanzaro crea scompiglio e consegna palla a Cattaneo che conlcude a lato. Al 10’, nuova occasione per Galuzzi da sinistra. Al 14’ doccia fredda per la PSG. La Virtus nell’unica occasione in cui riesce ad uscire dall’assedio trova una rete fortunosa. Superata la metà campo, il centrale conclude con un potente destro che viene deviato di testa da Bellani spiazzando un incolpevole Yzeiri. Episodio che taglia le gambe alla PSG. Con un solo minuto da disputare, si torna ad attaccare senza successo.

PSG BARLASSINA – SAN GIORGIO LIMBIATE 4-3 (d.c.r)

Formazione PSG: Flavio Yzeiri (dal 8’ Roberto danci), Andrea Valensise, Stefano Bellani, Niccolò Galuzzi, Matteo Redaelli, Filippo Cattaneo, Alessandro Borghi (dal 8’ Matteo Zacchetti), Oscar Catanzaro, Luca Galli (dal 8’ Lionel Gallo).

La PSG affronta la terza gara sapendo che solo un miracolo potrà consentirgli di passare alle semifinali. L’orgoglio e la rabbia per la sfortuna delle prime due gare, caricano la squadra. Non c’è partita: la PSG costruisce 5 nitide palle goal. Al 3’ conclusione dalla distanza di Redaelli che il portiere devia in calcio d’angolo. Al 5’ Cattaneo apre sulla destra per Galli che conclude a rete e il difensore intercetta con la punta del piede. Al 6’ potente conclusione di  Redaelli che si stampa sul palo alla sinistra del portiere. Al 8’ calcio d’angolo di Galuzzi con Redaelli che manca l’impatto di testa a portiere battuto. Al 10’ altro calcio d’angolo con Redaelli che incorna di testa e colpisce in pieno il palo. Niente da fare: la palla non vuole proprio entrare.

La gara si conclude sullo 0-0 e si va ai calci di rigore. Su dischetto vanno nell’ordine Redaelli, Galuzzi e Borghi per la serie iniziale. Tutti realizzano con freddezza ma gli avversari fanno altrettanto. Galli realizza il quarto rigore spiazzando il portiere e Danci para il rigore che consegna la meritata vittoria alla PSG.

Nel complesso si è trattato di una bella esperienza che ha consentito ai ragazzi di confrontarsi con le formazioni più forti della loro categoria in un struttura molto bella e con un’ottima organizzazione.

+Copia link

Commenti

  • 31 marzo 2014 alle 11:46 am - Alessandro Lodi.

    BRAVI BRAVI BRAVI. Purtroppo a volte non basta la bravura ci vuole in pizzico di fortuna. Spero che questa esperienza sia stata per tutti Voi positiva e che Vi sproni a continuare a dare sempre il meglio di Voi stessi sempre nella massima lealtà sportiva. Grazie a tutti.

  • 31 marzo 2014 alle 7:51 pm - Stefano Sala.

    Bravi Ragazzi …. e adesso sotto con il “primaverile” 🙂

  • 01 aprile 2014 alle 1:51 pm - Marco Galli.

    Credo che la giornata sia stata comunque proficua.
    Prima di tutto, è stato ulteriormente cementato lo spirito di gruppo, elemento per me essenziale nell’ottimo andamento stagionale.
    Un insegnamento che i ragazzi hanno potuto sicuramente trarre, e che ho cercato di spiegare al mio Luca, è che non bisogna mai dare nulla per scontato; abbiamo affrontato la partenza per il Centro Vismara con lo spirito delle vittime sacrificali, in quanto sulla carta dovevamo avere il ruolo di comparsa. Sicché, il primo incontro è stato disputato (o forse sarebbe meglio dire NON è stato disputato) con troppo timore, e nonostante ciò siamo stati penalizzati da un gol “fantasma”. Una volta realizzato che ce la potevamo giocare, la musica è cambiata e la seconda e terza partita sono state affrontate in modo diverso e quasi dominate, anche se il risultato non è stato a nostro favore, ma anche questo fa parte dell’esperienza.
    Ecco, spero che questa esperienza sia un buon viatico per affrontare la Coppa Plus con la consapevolezza che si parte tutti dallo stesso livello e che con impegno e collaborazione si potrà andare lontano.
    Daje PSG!!