« Torna agli articoli

Un anno di Under 11

03 giugno 2014 | Giuseppe Sia

E’ facile verificare che viviamo in una società che, mentre sembra regalare opportunità impensabili per incontrare le persone, crea spazi notevoli di solitudine. Pensiamo al computer, allo smartphone con la sua messaggistica, alle televisioni…, tutti  esempi che condizionano nelle scelte e “celano” come un ragazzo non può fare a meno di relazionarsi con gli altri, anche attraverso lo sport , il calcio nel nostro caso.

E’ stato questo il motivo per il quale abbiamo deciso, nel piccolo, di intraprendere il nostro percorso e far diventare “SQUADRA” un gruppo di ragazzi.

SQUADRA, per noi significa aggregazione attraverso la quale raggiungere l’ottimizzazione dei rapporti umani, aiutando il gruppo ad avere rispetto per se stessi e per gli altri, e seguendo le regole condivise porterà a raggiungere  risultati in modo più appagante.

Ogni ragazzo ha doti e virtù che deve mettere a disposizione, senza egoismi e preconcetti, per il raggiungimento dell’obiettivo comune.

QUESTA, PER NOI, SARA’ LA VITTORIA PIU’ GRANDE.

In  questo anno calcistico, dopo un inizio  difficile, i piccoli calciatori hanno dimostrato una crescita notevole regalandoci gioie inaspettate, anche nelle sconfitte.

Questo soprattutto merito del Mister Cristiano che, con l’aiuto del giovane Mirko,  ha saputo “curare” i ragazzi trasferendogli principi fondamentali necessari nel calcio, ma anche nella vita quotidiana.                                   

Adesso, usando un metodo caro a Mirko (le pagelle) desidero dare un voto ad ognuno dei nostri bambini aggiungendo, simpaticamente,  anche il voto ai rispettivi genitori.

AMATO WILLIAM: ingenua irruenza, forza, potenza genuina da “educare” calcisticamente. Caterpillar.Voto: 8,5          PAPA’: ehhh Giuseppe, Giuseppe. Come dice la canzone: “prima di parlare …pensa”. Voto: 9. 😉 :-))))

BETTINI MARCO: appena arrivato, pensava di trovare poco spazio in avanti, per questo sceglie di giocare in porta, in compenso, gioca più di tutti… . Sarà il portiere perfetto per questa squadra.  Voto: 10.                

MAMMA: sei sulla buona strada per diventare la mamma “nel … pallone” ideale. Voto 9                                                     PAPA’ : per la costanza e pazienza nel filmare i ragazzi, voto: 10.

CAPRETTI LUCA: grande cuore e voglia. Esigente con se stesso, sempre preoccupato a far bene.                                       “Mister why”. Grande desiderio di “conoscenza”. “ Vivace”,  voto: 8,5.                                                                                  PAPA’: Attento, preoccupato del fare del figlio. Composto. Voto: 9.

CASTELLIN MATTIA:  burdellaru (ops! traduco: confusionario) o meglio, questo è quello che avrei detto appena  visto, cioè, grandi potenziali ma che non mette(va) al servizio della SQUADRA. Nel percorso ha dimostrato notevoli miglioramenti, molto può e deve fare.  Quando si convincerà che a fianco ha dei compagni che lottano per lo stesso obiettivo, …                         Per il gran numero di gol fatti, voto: 9.                                                                                                                    PAPA’:  anche per Egli, non corretta la prima impressione. Con il tempo ho avuto la conferma che l’apparenza inganna. Passionario. Voto:9.                                                                                                                                                         MAMMA: tutta il figlio o meglio, sarebbe da dire: il figlio tutto la mamma, o quasi … Voto: 9.

CELSO GIACOMO: posso tranquillamente affermare che è uno di quelli che è migliorato di più, ha le potenzialità per fare ancora meglio, deve diventare più sicuro. Tranquillo. Voto: 8,5.                                                                                  PAPA’ E MAMMA: Presenti,  voto: 9.

GALANTI GABRIELE: è uno di quelli che mi fa più arrabbiare. Non posso nascondere che ha dimostrato di essere, in partita, un GIGANTE. Ci piacerebbe capisse che anche allenarsi è fondamentale per imparare a stare in campo INSIEME AD ALTRI SEI CHE COME LUI GIOCANO PER VINCERE (MA ANCHE PER PERDERE … NON HA IMPORTANZA). Anarchico, voto: 9.         GENITORI + NONNI: dovrei dire: perfetti. Composti. Voto: 9.

GIANNINO SAMUELE: che scrivere di un ragazzo che avrebbe la capacità di …, ma il fatto di immaginare quello che potrebbe succedere, lo distrae da quello che sta vivendo nello stesso istante. Grandissime potenzialità.                     Tiratore ma SOLO da casa sua. Voto: 8,5.                                                                                                                         GENITORI:  disponibili, presenti e ordinati. Voto: 9.

GUERRA ANDREA: composto, diligente in campo. Posso tranquillamente affermare che è  il “pilastro” di reparto. L’unica cosa, ci piacerebbe se regalasse qualche sorriso in più. Sicurezza introversa. Voto: 10.                                         GENITORI: presenti. Voto: 9

LONGINOTTI LUCA: è uno di quelli, che “vive” il calcio come se fosse un film. Indossa i panni del calciatore, quasi, perfettamente. Sta cominciando ad approfondire il concetto di squadra. Duttile. L’unica cosa che gli chiediamo è quella di non “mangiare le unghie”. Principino (Longinottiiiiiii!). voto: 9.                                                  

PAPA’: presente e per il suo essere “Juventino” voto: 9                                                                                                     MAMMA: cura e affianca il “principino”, ovunque. Del resto è quello che una  “Regina” deve fare.…(p.s. troppe  cure, però, fanno male …) Voto: 9.

PELLEGRINO DOMENICO:  difficile da tenere “fermo”. Si impegna, corre. Buona la tecnica. Capisce presto che questo è uno sport di squadra. Concreto, voto: 8,5.                                                                                                                    

PAPA’: serio e disponibile (compiti da correggere permettendo …). Si impegna tanto sulla “fascia”… . Voto: 9.                       MAMMA:  quando penso di non avere tempo per occuparmi di qualsiasi cosa, mi viene in mente Lei che riesce a trovarne nonostante gli impegni, compreso quello di cucinare nelle serate dell’under. Pasticcera. Voto: 10

POPA STEFANO:  è in possesso di ottima tecnica. Gioca di squadra. Piccolo indovinello che gli riguarda, si lascia condizionare da fattori “esterni” e dai piatti di pastasciutta … Stellina. Voto: 8,5.                          

PAPA’: è di Milano e si vede 😉 :-). Nonostante ciò si comporta benissimo, può migliorare. Voto: 9

SALAMONE ANTONIO:  introverso, educato, disponibile ad imparare. Si preoccupa di fare sempre bene e copre il ruolo in modo soddisfacente. Diligente. Voto: 9.                                                                                                                            PAPA’: il nome lo descrive: Placido. A parte gli impegni, è presente ad incoraggiare. Voto: 9.

SIA MAURO: penso di  non lasciarmi condizionare nell’affermare  che è migliorato tanto. Gioca di squadra, come tutti combatte, lotta e si arrabbia quando le cose non vanno. Come il padre, usa la testa … Voto: 9                                             PAPA’: NO COMMENT!                                                                                                                                                     MAMMA: capo ultras, estroversa, disponibile a qualsiasi iniziativa dell’under , preoccupandosi che tutti mangino … voto: 10.   P.s. sarei rimasto fuori casa se non avessi messo questo voto. Ma voi non le fate sapere … CAPITO PATRIZIA!

VALENSISE NICHOLAS: educato, corretto, diligente e chi più ne ha, più ne metta. Carattere e impegno. Voto: 9.                   PAPA’: da noi si dice: “on ava a parola” (traduzione: per paura di disturbare, non si sente …). Voto: 9.                     MAMMA: disponibile alle iniziative under e pronta a rispondere ai whatsapp, insomma, sempre presente.  Voto: 9.

MISTER CRISTIANO STEFANETTO. Oltre al voto, non ho altro da aggiungere. Dico solo: “ se non ci fosse …”  VOTO: 10.

ASSISTENTE MIRKO BOCCHI. Il fatto che uno della sua età decida di dedicare parte del suo tempo ai ragazzi invece di pensare ad altro, gli rende merito e onore.Voto: 10

DIRIGENTE GIUSEPPE (PINO) SIA. NO COMMENT!

Spero di non avervi tediato,  che abbiate colto il significato “goliardico” di tutto questo e di avervi strappato qualche sorriso. Di certo rimane il fatto che solo condividendo questo cammino di crescita per i ragazzi, arriveremo  a quella “Vittoria” continuativa e soddisfacente.

Vi ringrazio tutti.

Pino.

+Copia link