« Torna agli articoli

Under 12: altra vittoria extralarge

10 febbraio 2014 | Maris Redaelli

AZZURRI LISSONE – SAN GIULIO BARLASSINA 2-13

Formazione PSG: Yzeiri Flavio, Danci Roberto, Zacchetti Matteo, Bellani Stefano, Valensise Andrea, Cattaneo Filippo, Galuzzi Niccolò, Redaelli Matteo, Catanzaro Oscar, Borghi Alessandro, Gallo Lionel, Galli Luca.  All. Irene Barbieri, Matteo Corti

Reti PSG: Borghi 3, Bellani 2, Redaelli 2, Galli 2,Catanzaro, Galuzzi, Zacchetti, Cattaneo.

Barlassina (09/02/14) – Pronto riscatto in campionato dopo la pesante sconfitta subita ai sedicesimi di Oratorio Cup.

A sole 48 ore dalla delusione di coppa, l’Under 12 si presenta sul campo dell’ultima in classifica per un classico testa/coda. Bella giornata di sole che consente di disputare la gara con una certa regolarità su un campo in terra compattata dalla pioggia caduta nei giorni precedenti.

Due i rischi della vigilia: sottovalutare gli avversari e farsi condizionare dalla recente sconfitta. La squadra scende in campo contratta e dopo due minuti passa in svantaggio. Catanzaro azzarda un retropassaggio che viene intercettato dagli avversari, tiro della punta, carambola su Valensise e incredibile autorete. Episodio che condiziona i primi minuti di gara ricchi di errori di palleggio e con poco gioco. All’8’ punizione per la PSG: tiro rasoterra di Redaelli, deviazione sottoporta di Galli e pareggio. Il goal risveglia la squadra che inizia a giocare a calcio chiudendo il 1° tempo sul 3-1.

Nel secondo tempo, rotazione dei giocatori. Sale in cattedra Zacchetti che sulla fascia destra parte ripetutamente palla al piede offrendo assist a Borghi e Cattaneo. Gli avversari crollano psicologicamente e la partita si indirizza verso la goleada. Alla fine del secondo tempo il tabellino dice 8-1 per gli ospiti.

Terzo tempo senza storia. Prosegue il dominio degli ospiti che producono occasioni da rete a catena. Gallo cerca il suo primo goal in stagione. Al 6’, palla in verticale di Redaelli, Gallo è solo davanti al portiere ma perde l’attimo buono e conclude debolmente tra le braccia dell’estremo difensore. All’8’, goal fantasma per gli Azzurri Lissone: l’arbitro ritiene che la palla abbia oltrepassato la linea di porta nonostante la stessa fosse abbondantemente fuori. Alla fine, 13-2 per gli ospiti.

Nonostante il clamoroso risultato finale, in campo non si è visto il gioco che questa squadra può esprimere. Poca circolazione di palla, molti passaggi sbagliati e diverse disattenzioni difensive. Sicuramente la poca consistenza dell’avversario non ha favorito la concentrazione.

+Copia link