« Torna agli articoli

Prima sconfitta in campionato

17 febbraio 2014 | Maris Redaelli

Santa Valeria – San Giulio Barlassina 3-2

Formazione PSG: Yzeiri Flavio, Danci Roberto, Bellani Stefano, Zacchetti Matteo, Valensise Andrea, Cattaneo Filippo, Galuzzi Niccolò, Redaelli Matteo, Catanzaro Oscar, Borghi Alessandro, Gallo Lionel, Galli Luca. All. Irene Barbieri, Matteo Corti, Enrico Gargioni

Reti PSG: Galuzzi (1T), Galli (2T)

Seregno (16/02/14) – Arbitraggio discutibile, campo al limite della regolarità e molta sfortuna portano alla prima sconfitta stagionale in campionato. La PSG fallisce, così, la prima opportunità di assicurarsi il campionato invernale.

Primo tempo che inizia con gli ospiti disorientati dalla larghezza di un campo di gioco tracciato ben oltre la larghezza regolamentare. Al 2’ bel cross dalla destra, Borghi si presenta puntuale al centro dell’area ma la deviazione al volo finisce alta sopra la traversa. All’8’ punizione dalla trequarti per i padroni di casa: palla in mezzo e deviazione da pochi passi che non da scampo a Yzeiri. Al 10’, fuga di Cattaneo, palla a Galuzzi che perde il momento buono per concludere a rete. Al 12’ il pareggio, Redaelli taglia in profondità per Borghi che apre a sinistra per Galuzzi che beffa con un pallonetto il portiere in uscita.

Il secondo tempo inizia con un piglio diverso. Maggior spinta a centrocampo e difesa più alta. Al 3’ punizione di Redaelli spedita alle stelle. Al 5’ entrano Zacchetti e Galli. Al 7’ altra punizione di Redaelli, corta respinta del portiere su cui si avventa Galli che insacca di rapina. Al 9’ bell’azione corale: Bellani apre per Zacchetti che scambia con Galli ma conclude a lato. Al 10’, infortunio per Zacchetti che nel contrastare l’avversario subisce una testata allo zigono sinistro ed è costretto ad uscire dal campo. Il Santa Valeria alza il livello di agonismo a centrocampo aiutato da un arbitraggio all’inglese. Pochi i falli fischiati e solo in caso di palese evidenza.

Terzo tempo sulla falsariga del finale del secondo. Gli ospiti faticano a costruire gioco per il pressing continuo a centrocampo. Al 5’ bella conclusione a rientrare che si insacca sotto la traversa e consegna il pareggio al Santa Valeria. Si scatena la battaglia. Al 7’ calcio d’angolo battuto da Galuzzi e conclusione al volo di Redaelli deviata dal difensore. Al 10’ occasionissima per Gallo che devia al volo ma la palla esce di un soffio. All’11’ il goal della beffa: palla in mezzo, e deviazione in mischia su cui Danci non può nulla. Grande reazione degli ospiti che spingono fino alla fine alla ricerca del pareggio e producono diversi calci d’angolo non sfruttati al meglio. Al 14’ limpida occasione per Cattaneo che, a portiere battuto, coglie in pieno il palo.

A fine gara, delusione dipinta sui volti dei ragazzi e qualche recriminazione per la condotta arbitrale. Rimane il rammarico per le occasioni non sfruttate e per qualche disattenzione difensiva.

+Copia link

Commenti

  • 17 febbraio 2014 alle 12:45 pm - Marco Galli.

    Vista da fuori.
    Non mi sento di enfatizzare il discorso relativo all’arbitraggio, che a mio avviso non ha inciso sul risultato finale. Credo invece che abbia influito in maniera preponderante la disabitudine a giocare in un campo così largo: molte chiusure difensive non sono andate a buon fine proprio perché non si è riusciti a prendere bene le “misure”. Inoltre, credo che il dover correre più del solito per coprire distanze maggiori e non abituali abbia “appannato” un po’ i riflessi dei nostri ragazzi, tanto da ridurre al lumicino i tiri in porta. E’ vero che questo non può essere una scusante, anche in virtù del fatto che il S. Carlo Nova, nei confronti del quale abbiamo dimostrato la nostra superiorità sul campo, su questo terreno di gioco ha vinto, ma ogni partita fa storia a sé e lo spirito di adattamento dei ragazzi a questa tenera età può essere variabile.
    Ad ogni buon conto, la vittoria finale è alla nostra portata e dipende solo da noi, visto che l’ultima sarà in casa contro un ‘avversario ostico ma che all’andata abbiamo dimostrato di poter gestire bene.
    Se poi il Ceredo, dopo aver sconfitto la scorsa settimana proprio il S. Valeria, ci ha fatto la sorpresa ed ha ripetuto l’exploit col Nova…..

  • 18 febbraio 2014 alle 2:22 pm - Maris Redaelli.

    Sicuramente il campo ci ha messo in grande difficoltà. Loro sono abituati e hanno sfruttato meglio gli spazi. Noi inseguivamo sempre. Da “arbitro” però, devo dire che molti falli evidenti non sono stati fischiati e questo ha aumentato l’agonismo in campo a discapito del gioco.